Pd Roma, i documenti elaborati dal tavolo di lavoro sulla salute mentale

fermarielloIl tavolo di lavoro per la salute mentale promosso dal Partito Democratico di Roma in questi mesi di elaborazione e discussione ha prodotto due documenti.

Il primo relativamente alle criticità e le proposte per la salute mentale (clicca qui) è stato pubblicato il 19 luglio del 2018 ed è stato successivamente presentato ufficialmente il 27 luglio al Festival dell’Unità di Roma in una discussione che è stata interamente ripresa da Radio Radicale (clicca qui). Fra le varie richieste avanzate dal tavolo del Pd Roma, la Regione Lazio con il decreto 293 del 26 luglio (clicca qui) ha assunto la proroga al 31 dicembre del regime transitorio più favorevole all’utenza per la compartecipazione delle famiglie alla spesa per le strutture residenziali socio riabilitative. Il documento inoltre ha messo in evidenza alcune urgenze quali: l’abbattimento delle liste di attesa per l’accesso alle cure; la riduzione delle diseguaglianze e delle sperequazioni nelle offerte assistenziali territoriali; il necessario investimento nel reperire personale, in grado di innalzare il livello della qualità delle risposte ai bisogni; il recupero della centralità dei centri diurni, che dovranno tornare ad essere unità operative semplici delle UOC territoriali; una maggiore attività di monitoraggio e verifica del sistema privato accreditato; la revoca del decreto sulla riforma della residenzialità, che rischia di reintrodurre l’elemento della cronicizzazione; ed infine l’indizione della conferenza sanitaria cittadina, che non viene più convocata da undici anni.

tavolo saluteIl secondo documento (clicca qui) avente per oggetto la rimodulazione delle situazioni di esenzione sulla compartecipazione alla spesa del SRSR riguarda la necessità, in vista dell’imminenza scadenza della proroga al 31 dicembre 2018, di rimodulare appunto le situazioni di esenzione, allineando le quote della Regione Lazio a quelle previste per gli utenti delle altre regioni italiane. Inoltre si è anche provveduto a mettere in evidenza l’impellente necessità di provvedere alla nomina del Dirigente in capo all’Area Salute Mentale, carica vacante dal giugno del 2018.

Tutti i documenti sono stati messi a disposizione dei capigruppo e dei segretari del Partito Democratico di Roma.

Carla Fermariello, delegata politiche sociali del Partito Democratico di Roma

Riccardo Corbucci, coordinatore della segreteria del Partito Democratico di Roma