2014-04-17 19.47.46

Emergenza casa. La strumentalizzazione delle famiglie straniere

L’On. Khalid Chaouki, deputato e responsabile immigrazione del Pd Roma prende una posizione netta sulle occupazioni di immobili e le molte aggressioni ai circoli del PD Roma che si sono verificate in questi giorni (v. nella sezione Editoriali” su questo sito).

“L’escalation di occupazioni di immobili e di atti intimidatori e squadristi contro esponenti politici e contro i circoli del Partito Democratico sono da condannare con fermezza. Tutelare la legalità è dovere di tutti, evitiamo di sottostare al ricatto di alcuni esponenti di gruppi organizzati che, con prepotenza nella maggior parte dei casi, sfruttano situazioni di crisi sociale per aizzare i più deboli contro le istituzioni con un crescendo di violenza e disperazione che produce esclusivamente effetti negativi per Roma e per i suoi cittadini.

In questa controversa dinamica, le famiglie straniere sono quelle più esposte perché doppiamente deboli e soggetti a ricatti intollerabili da parte di certi gruppi ideologicamente orientati. Serve recuperare uno spirito non violento, che non significa rinunciare a rivendicare diritti fondamentali come quello alla casa, ma nel rispetto del confronto civile e democratico tra le tutte le forze politiche e sociali.In questa delicata situazione invitiamo anche gli esponenti del principale alleato di maggioranza al Comune di Roma, SEL, ad assumersi le proprie responsabilità e a prendere una posizione chiara a favore della legalità e dei diritti dei cittadini come valore comune.

Non si può lontanamente dare l’impressione di dare legittimità o fare da sponda ad azioni dichiaratamente violente.

Auspichiamo – conclude Chaouki – che con la partecipazione del Comune, delle forze politiche e delle organizzazioni sociali si arrivi ad una soluzione efficace che estirpi alla radice il problema abitativo che affligge Roma.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *