direzione partito democratico

Prima direzione del Partito Democratico di Roma

direzione partito democratico

Nella seduta del 19 luglio la direzione del Partito Democratico di Roma ha votato all’unanimità la relazione del segretario Andrea Casu sul futuro dei trasporti pubblici a Roma. La relazione ha inquadrato l’attuale emergenza che sta vivendo la Capitale in un orizzonte storico più ampio richiamando i meriti delle amministrazioni di centrosinistra che hanno saputo riformare e risanare il settore a cavallo tra gli anni ’90 e i primi ‘00. Le scelte di questi ultimi 10 anni regalano invece a Roma una condizione drammatica: Atac ha oggi un debito di oltre 1350 milioni, è senza piano industriale da un anno, i piani per la valorizzazione dei beni non strumentali previsti non vengono avviati. Per offrire risposte politiche immediate viene indicato un percorso per dare vita ad una proposta politica del Partito Democratico, che sarà elaborata nelle prossime settimane da una commissione per il futuro del Trasporto Pubblico Locale, della quale fanno parte personalità e amministratori che hanno maturato esperienze e competenze sull’argomento. La proposta verrà condivisa con tutti gli iscritti dei circoli attraverso un percorso di approfondimento e condivisione nell’ambito della prossima festa de L’Unità del Pd Roma. Nel pieno rispetto di tutti coloro che sono impegnati individualmente nella raccolta firme sul referendum promosso dai radicali, strumento utile a coinvolgere i cittadini nelle scelte e a rilanciare il dibattito pubblico della città sul tema, in occasione della Direzione del 19 luglio il nuovo Partito Democratico di Roma ha scelto di non dividersi ma restare unito intorno alla relazione del segretario, per costruire una propria proposta utile a rilanciare il trasporto pubblico locale, che sia in grado di coniugare l’incremento della qualità del servizio, il miglioramento delle condizioni di lavoro e la difesa dei livelli occupazionali, non solo nell’orizzonte della gara del 2019 ma anche riguardo alle scelte immediate necessarie a salvare il presente e il futuro del Trasporto Pubblico Locale della Capitale.