Elezioni europee: il Partito Democratico a Roma è primo partito!

PD Primo Partito

Elezioni Europee: il Partito Democratico a Roma è primo partito!

Carissime, carissimi,

GRAZIE.

La grandissima affermazione della lista unitaria del Partito Democratico nella città di Roma premia il lavoro di squadra di tutto il nostro Partito, dal nostro segretario nazionale Nicola Zingaretti a ogni singolo militante, l’impegno di tutte le nostre candidate e i nostri candidati e dei loro comitati. I risultati elettorali nella nostra città confermano la crescita a Roma del Partito Democratico: per i romani l’alternativa più credibile al governo dell’odio e del fallimento di Salvini e Di Maio e al disastro Raggi. Raggiungere il 30,62% dei voti rappresenta però oggi per noi un punto di partenza, non di arrivo che deve spingerci a raddoppiare gli sforzi. Stiamo costruendo, giorno dopo giorno, al fianco dei romani, un nuovo PD capace di andare incontro con umiltà alla città che si ribella e che resiste, pronto a confrontarsi con le reti civiche e associative, che può guardare al domani con una speranza rinnovata.  Un partito che, grazie al contributo dei segretari di tutti i circoli, dei nostri eletti del gruppo dirigente romano, ha saputo essere unito e compatto anche in questa campagna elettorale. Il risultato di Roma – che insieme alla prossima Festa dell’Unità sarà all’ordine del giorno della Direzione romana in programma martedì 11 giugno alle ore 19 presso la sede nazionale del partito – si inserisce in un percorso frutto di un lavoro quotidiano, troppo spesso sottovalutato dai media, di cui voglio per prima cosa ringraziare tutti i militanti della Capitale. Un lavoro comune che ci ha visto raggiungere traguardi importantissimi negli ultimi due anni: 4 collegi vinti alla Camera nella debacle delle elezioni politiche; primo partito alle elezioni regionali e contributo determinante della Capitale nella vittoria; mandati a casa i presidenti di tre municipi, primarie aperte per la riconquista dei municipi III e VIII che hanno portato alle vittorie di Caudo e Ciaccheri, sostenuti dal PD primo partito. Il fallimento di Virginia Raggi ha polverizzato il M5s. E la Lega, pur registrando un pericoloso avanzamento specie nelle periferie, non riesce ad arrivare al cuore di Roma. Durante tutta la campagna elettorale abbiamo organizzato decine di iniziative di partito, centinaia di volantinaggi e segnalato tutte le iniziative delle nostre candidate e candidati tenendo sempre un faro acceso sulle questioni della nostra città, sulle emergenze vissute ogni giorno dai romani: penso ai rifiuti, ai trasporti, alle condizioni devastate delle strade, alle metro chiuse e ai disagi a cui quotidianamente è condannata l’intera nostra città, in particolar modo in periferia. Siamo stati con i nostri amministratori durante gli episodi di rivolte a Torre Maura, Casalotti, Casal Bruciato, dove la Lega e il Movimento Cinque Stelle hanno seminato solo odio e rancore. Dobbiamo continuare il nostro impegno, dare risposte concrete ai problemi quotidiani dei cittadini, garantire una presenza costante sul territorio. Quello che dobbiamo fare ora è costruire un grande progetto per l’alternativa che coinvolga le migliori energie della città in una riscossa civica e politica. Dobbiamo continuare a lavorare tutti insieme per costruire l’alternativa e affrontare uniti i nostri avversari che sono sempre fuori, mai dentro, il nostro partito. In vista delle prossime amministrative del 2021 per coinvolgere le migliori energie della città nella costruzione di un nuovo progetto, partendo dalle idee per il futuro e non dai nomi dei candidati. Come abbiamo sempre fatto fino a oggi.

Un caro abbraccio a tutte e tutti, al lavoro e alla lotta.

Andrea Casu

Segretario PD Roma

L’Europa siamo noi! – Roma scende in piazza per una Nuova Europa

54433683_1177797622394547_5667099108146413568_o

Roma scende in piazza per una nuova Europa. Il 21 marzo il Partito Democratico in prima linea per sostenere l’iniziativa “bandiere per il futuro” promossa da Romano Prodi. Invitiamo tutte le democratiche e tutti i democratici romani ad esporre durante la giornata una bandiera europea e lo stesso faremo in tutte le sedi dei nostri circoli territoriali e tematici. Avvieremo anche una serie di volantinaggi nella città partendo dalle Università per andare incontro al futuro dell’Europa. Saremo dalle 10 alle 14 con i nostri banchetti all’università per incontrare le studentesse e gli studenti della Sapienza, di Tor Vergata e Roma Tre. Dalle 18 ci troveremo invece al Caffè Letterario (Via Ostiense 95) per condividere idee, sogni e progetti sull’Europa che vogliamo. Costruiamo inieme una nuova Europa del lavoro, dei diritti, della cultura, dei giovani.  Vi aspettiamo con il Partito Democratico del Lazio e i Giovani Democratici Roma.

Nicola Zingaretti segretario!

Complimenti e buon lavoro al nostro nuovo segretario nazionale Nicola Zingaretti. Grazie anche a Roberto Giachetti, Maurizio Martina e soprattutto a tutti i volontari che animano la più bella comunità politica italiana, quella dei militanti del Partito Democratico. Insieme a tutte e tutti gli elettori che ieri si sono messi in fila ai gazebo, abbiamo scritto, insieme, una grandissima pagina di democrazia. La straordinaria partecipazione alle #primarie2019 nella Capitale è una vittoria per tutta la nostra città. Ora tutti al lavoro per il futuro di Roma e dell’Italia.

Rifiuti: basta caos, sì agli impianti

Martedì 15 gennaio tutti in Campidoglio dalle 13.30 per sostenere il Gruppo PD Capitolino nella battaglia contro il disastro sui rifiuti della maggioranza a 5 Stelle. Dopo lo stop alla crescita della raccolta differenziata a Roma e l’incendio del Tmb Salario, naufraga definitivamente il progetto dei 5 stelle sui rifiuti.
Un fallimento politico e amministrativo talmente grande da trasformarsi in tragedia ambientale in una Città ridotta a discarica.
Non hanno affrontato né il tema degli impianti che sostituiranno Salario né come si chiuderà il ciclo dei rifiuti nella Città. La Raggi ha istituito il tritovagliatore ad Ostia e la discarica di trasferenza a Ponte Malnome. Nessuna parola dalla Sindaca sul nuovo piano industriale di Ama, né su quali impianti vuole dotare la città. Entro il 31 gennaio la Regione approverà il piano sulle aree di smaltimento e di trattamento dei rifiuti.
Il PD Roma ribadisce il sostegno alle iniziative intraprese dalla Regione e dai nostri eletti in Parlamento, in Campidoglio e nei Municipi per affrontare l’emergenza e realizzare il nuovo piano rinnovando alla Sindaca la richiesta di assumere finalmente le proprie responsabilita’ nell’individuazione delle aree per gli impianti. Nel mentre si struttura la chiusura del ciclo dei rifiuti, possiamo affrontare subito l’emergenza mettendo mano all’ingegnerizzazione dei servizi, calibrando organizzazione e controllo performance dei mezzi, rivedendo la logistica dell’azienda per creare vere e proprie Ama di municipio in grado di offrire finalmente a tutti i romani un servizio più efficiente.
Per tutti questi motivi saremo domani in Campidoglio per batterci per un vero e proprio riscatto di Roma.

No a Roma città-discarica: insieme per un nuovo piano industriale per chiudere il ciclo dei rifiuti!


IMG-20181209-WA0009

Continua la battaglia del PD Roma sul tema dei rifiuti: l’inerzia della Sindaca Raggi e della Maggioranza a 5 Stelle sta trasformando tutta la città in una discarica. Ormai insostenibili sono i livelli di degrado degli impianti: a Salario e Rocca Cencia fuori da ogni parametro di legge. La cattiva gestione del bilancio comunale sta portando AMA verso il fallimento così come denunciato dal Gruppo Consigliare del PD. Appuntamento lunedì 10 dicembre alle 18 nella sala conferenze del PD nazionale al Nazareno (Via Sant’Andrea delle Fratte 16) per denunciare la situazione insieme al Gruppo Comunale del Partito Democratico, alle Associazioni Ambientaliste, ai Sindacati, ai Comitati di Quartiere e ai Paramentari PD che vorranno intervenire per portare avanti insieme a tutti i nostri eletti la mobilitazione permanente votata dai nostri iscritti per fronteggiare l’emergenza e portare la nostra città alla Chiusura del Ciclo dei Rifiuti.

Pd Roma, i documenti elaborati dal tavolo di lavoro sulla salute mentale

fermarielloIl tavolo di lavoro per la salute mentale promosso dal Partito Democratico di Roma in questi mesi di elaborazione e discussione ha prodotto due documenti.

Il primo relativamente alle criticità e le proposte per la salute mentale (clicca qui) è stato pubblicato il 19 luglio del 2018 ed è stato successivamente presentato ufficialmente il 27 luglio al Festival dell’Unità di Roma in una discussione che è stata interamente ripresa da Radio Radicale (clicca qui). Fra le varie richieste avanzate dal tavolo del Pd Roma, la Regione Lazio con il decreto 293 del 26 luglio (clicca qui) ha assunto la proroga al 31 dicembre del regime transitorio più favorevole all’utenza per la compartecipazione delle famiglie alla spesa per le strutture residenziali socio riabilitative. Il documento inoltre ha messo in evidenza alcune urgenze quali: l’abbattimento delle liste di attesa per l’accesso alle cure; la riduzione delle diseguaglianze e delle sperequazioni nelle offerte assistenziali territoriali; il necessario investimento nel reperire personale, in grado di innalzare il livello della qualità delle risposte ai bisogni; il recupero della centralità dei centri diurni, che dovranno tornare ad essere unità operative semplici delle UOC territoriali; una maggiore attività di monitoraggio e verifica del sistema privato accreditato; la revoca del decreto sulla riforma della residenzialità, che rischia di reintrodurre l’elemento della cronicizzazione; ed infine l’indizione della conferenza sanitaria cittadina, che non viene più convocata da undici anni.

tavolo saluteIl secondo documento (clicca qui) avente per oggetto la rimodulazione delle situazioni di esenzione sulla compartecipazione alla spesa del SRSR riguarda la necessità, in vista dell’imminenza scadenza della proroga al 31 dicembre 2018, di rimodulare appunto le situazioni di esenzione, allineando le quote della Regione Lazio a quelle previste per gli utenti delle altre regioni italiane. Inoltre si è anche provveduto a mettere in evidenza l’impellente necessità di provvedere alla nomina del Dirigente in capo all’Area Salute Mentale, carica vacante dal giugno del 2018.

Tutti i documenti sono stati messi a disposizione dei capigruppo e dei segretari del Partito Democratico di Roma.

Carla Fermariello, delegata politiche sociali del Partito Democratico di Roma

Riccardo Corbucci, coordinatore della segreteria del Partito Democratico di Roma

25 APRILE: RICORDARE AI GIOVANI GLI ORRORI DEL PASSATO AFFINCHÉ NON ACCADANO PIÙ

La memoria, una bandiera che guarda al passato, proiettata nel futuro

Ringrazio il segretario Andrea Casu per la splendida opportunità che mi ha concesso, affidandomi la delega “Azioni politiche contro ogni fascismo ed intolleranza”, e per la fiducia. Non verranno mai meno impegno e passione.
La memoria rappresenta una bandiera che guarda al passato, ma deve essere proiettata nel futuro.
Tutti noi abbiamo la responsabilità di far comprendere che le derive fasciste vanno disinnescate con una difesa costante degli ideali di libertà e democrazia. Dobbiamo far comprendere come sia importante, attraverso un impegno costante, raccontare la nostra storia, commemorandola in ogni ricorrenza, difendendo i nostri valori per trasmetterli alle generazioni future.
La politica deve coltivare il senso della storia, preservando il valore della memoria anche oltre le giornate commemorative. Lo dobbiamo alle donne e agli uomini che hanno sacrificato la propria vita per difendere i valori fondanti della nostra Costituzione.
Per me il 25 Aprile non è semplicemente una commemorazione, ma rappresenta una sfida verso la quale è necessario mostrarsi all’altezza.
In questi mesi abbiamo lavorato moltissimo sul concetto di memoria, ripartendo dai territori e tornando nei luoghi della Resistenza. Così come siamo andati nei circoli a parlare della nostra storia. In particolare, il Pd Roma ha deciso che in ogni municipio si dia vita ad un “Comitato della Memoria”, che veda il coinvolgimento di tutte le forze di sinistra: l’ANPI, i comitati antifascisti, la Comunità ebraica e tutte quelle associazioni che da anni portano avanti la battaglia contro ogni forma di fascismo. Organizzando, tutti  insieme, iniziative che ci permettano di coinvolgere la nostra comunità. Perché sappiamo che dove c’è memoria, può esserci coscienza. E dove c’è coscienza, può esserci libertà.
È tempo di metterci in gioco.
La democrazia deve essere in grado di interpretare il suo tempo.
La paura dell’altro è il fondo di tutto.
A scuola si deve sollecitare lo spirito critico, il dubbio.
Suscitare le parole.
La libertà è, in primo luogo, dubbio, ricerca e viaggio.

Ecco il motivo delle nostre tante iniziative. Dalla commemorazione del Giorno della memoria, con diversi eventi nei municipi, e delle Fosse Ardeatine, sino al doloroso ricordo dell’ eccidio del Ponte di Ferro. Dalla commemorazione del Rastrellamento del Quadraro, sino al ricordo del compagno Ciro Principessa. Dall’adesione alla manifestazione del 24 febbraio “Mai più fascismi. Mai più razzismo”, sino allo striscione a Ponte Milvio “Antifascisti sempre insieme per i diritti e la sicurezza”, in risposta allo squallido striscione inneggiante aLuca Traini dopo i fatti di Macerata. Dall’adesione alla manifestazione dei Sindacati a Tor Bella Monaca, sino alle diverse manifestazioni per il 25 Aprile.
È bello vedere come i nostri compagni si stiano riavvicinando ai nostri valori.
È fondamentale l’impegno e l’aiuto di tutti.
Solo così la nostra Storia non sarà mai cancellata.

Antonio Senneca, delegato alle “Azioni politiche contro ogni fascismo ed intolleranza” nella segreteria della Federazione romana del Partito Democratico

Stati generali dello sviluppo economico: il PD Roma chiama a raccolta i protagonisti dell’economia e dell’impresa

ROMA DEVE ANDARE AVANTI

È arrivato il momento di fare proposte serie, pensate e condivise con le categorie pubbliche e private che rappresentano la cittadinanza e le imprese della Capitale. Per questo abbiamo convocato gli Stati Generali dello Sviluppo Economico e vi aspettiamo lunedì 23 aprile al Tempio di Adriano. Seguiranno tavoli permanenti sulle tematiche principali della Città. Diamo a Roma la dignità ed il ruolo che le spetta, in Italia e nel mondo.

Una giornata per confrontarsi sui temi dello sviluppo economico e avviare un tavolo permanente per disegnare il futuro della città. Uno strumento di confronto che coinvolge cittadini e rappresentanti delle maggiori realtà pubbliche e private romane per costruire insieme, concretamente, lo sviluppo sostenibile della Roma del domani.

“Tutti i romani possono vedere lo stato di emergenza in cui versa la città. I problemi negli ultimi mesi sono aumentati e la pazienza dei cittadini è al limite. Tuttavia non è nel nostro stile criticare senza proporre. Preferiamo partire dalle soluzioni, pratiche e soprattutto realistiche. Come ama fare chi ha esperienza nell’amministrazione”.

Gli Stati Generali infatti saranno articolati su 7 temi fondamentali, che poi potranno essere sviluppati nel tavolo permanente: Commercio, Turismo, Cultura, Artigianato, Impresa e Industria ad alta tecnologia,  Mobilità sostenibile e decoro urbano.

“Un appuntamento dal quale verrà fuori un vero e proprio strumento operativo. L’obiettivo infatti non è soltanto delineare come vorremmo diventasse Roma nel medio termine, ma cosa ci si impegna a fare per cambiare in meglio il volto della città. A questo proposito ho concordato con le parti di trasformare questo primo incontro in un tavolo permanente per monitorare i feed back e fare il punto sullo stato di avanzamento dei progetti.

“Roma ha bisogno di proposte concrete e misurabili per tornare ad essere protagonista nel Paese e nel mondo. Abbiamo un l’obbligo nei confronti della città e, soprattutto, delle giovani generazioni di creare valore e  nuove opportunità di lavoro e di crescita. Farlo in maniera condivisa è la scelta vincente.

Parteciperanno gli esponenti politici del Partito Democratico eletti in Camera e Senato, rappresentanti istituzionali di Regione Lazio, Comune di Roma, i Presidenti di Camera di Commercio, CNA, Confesercenti, Confartigianato, Confassociazioni, Confimprese Roma, Università Romane, i Segretari Romani di Cgil,Cisl e Uil, imprese romane, Roma Start Up e, in questi giorni, saranno anche incontrate tutte le altre  associazioni di categoria che si riconoscono nell’obiettivo di avere una visione comune per Roma, con le quali intraprendere insieme il rilancio della Capitale”.

Augusto Gregori, responsabile Sviluppo Economico PD Roma

A PAOLA ILARI E ENZO FOSCHI IL SOSTEGNO DEL PD ROMA

Le #elezioni in III e VIII municipio non sono un semplice appuntamento territoriale, ma l’occasione per rilanciare l’azione del centrosinistra in tutta Roma. Per questo abbiamo promosso le #primarie come lo strumento più efficace per mettere in campo le migliori candidature possibili per rappresentare i bisogni dei territori chiamati a giugno alle urne e per trovare soluzioni concrete e condivise per il bene dei cittadini. I nostri candidati alle #primarie sono Paola Ilari ed Enzo Foschi e a loro va tutto il sostegno del Partito Democratico di Roma.