disastro capitale

AMMINISTRAZIONE 5STELLE: DUE ANNI DOPO E’ “DISASTRO CAPITALE”. RAGGI VADA VIA

Una città ridotta a gigantesco set per un disaster movie. 

Il 22 giugno del 2016 iniziava il mandato di Virginia Raggi alla guida di Roma. Due anni dopo l’annunciato vento del cambiamento si è lentamente trasformato in una cappa asfissiante. Una breve storia di successo in un lungo thriller giudiziario sullo sfondo di una città ridotta a gigantesco set per un disaster movie.

A due anni di distanza gli autobus del trasporto pubblico locale, che doveva diventare “più efficiente”, saltano in aria in pieno centro.
A due anni di distanza si è passati dalla strategia “rifiuti zero” a quella “zero strategia sui rifiuti” con i cinghiali che fanno colazione tra la mondezza davanti alle scuole. A due anni di distanza non si sono mai visti interventi strutturali ed efficaci per la manutenzione delle strade e la cura del verde. Le panchine finiscono inghiottite dall’erba alta e le macchine dalle voragini.

A due anni di distanza la promessa di “totale trasparenza amministrativa” è diventata la prova della “totale opacità amministrativa”. Potremmo andare avanti ancora a lungo. Potremmo citare per esempio le questioni giudiziarie in cui si trova direttamente coinvolta la Sindaca o esponenti di spicco del M5S che per anni ci hanno dato lezioni di onestà da moralisti senza morale quali si sono infine dimostrati. Ma non lo faremo. Non perché non siano importanti. Ma perché non servono. Per giudicare l’operato di questa amministrazione basta aprire gli occhi sul disastro quotidiano in cui Virginia Raggi e il M5S hanno ridotto la città più bella del mondo.

Vittima di un mix micidiale di arroganza e incompetenza. Per questo Virginia Raggi deve dimettersi. Perché non è mai stata in grado d’interpretare il ruolo più importante che i romani le hanno permesso di ricoprire due anni fa, quello di prima cittadina di Roma. Vada via e metta la parola fine a questa agonia. Perché un altro film sia possibile. Già da oggi, in III Municipio, con Giovanni Caudo presidente. #disastrocapitale